PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

LE IMPUTAZIONI A BILANCIO DI IMU, FSC 2013 E TRASFERIMENTI STATO.

I Comuni devono iscrivere a bilancio l'Imu al lordo delle somme destinate ad alimentare il fondo di solidarietà, che vanno conteggiate in uscita fra le spese correnti. È questa la metodologia di contabilizzazione in bilancio delle poste connesse alle spettanze comunali per l'anno 2013, che il ministero dell'interno, con un comunicato atteso a giorni, dovrebbe indicare come corretta.
La questione nasce dal meccanismo di funzionamento del fondo, che per oltre due terzi è finanziato dagli stessi comuni attraverso le quote di Imu indicate negli allegati A e B del dpcm in via di perfezionamento. Tali importi verranno trattenuti alla fonte dall'Agenzia delle entrate sui riversamenti di dicembre, il che aveva suggerito la possibilità di iscrivere a bilancio solo l'Imu «netta», evitando complicate «partite di giro».
Secondo il Viminale, invece, in ossequio al principio di integrità del bilancio, l'Imu va iscritta «al lordo» di entrambe le quote di alimentazione del fondo, che vanno contestualmente contabilizzate fra le spese correnti (titolo I, intervento 05, verosimilmente utilizzando il codice Siope 1569 «Trasferimenti correnti a altri enti del settore pubblico»). Ovviamente, occorrerà procedere all'emissione di un mandato di pagamento che compenserà la riversale sulla quota di Imu non incassata. Pertanto, anche il fondo (da iscrivere in entrata al titolo I, categoria III, codice Siope 1303) dovrà essere accertato nell'importo «lordo» indicato nell'allegato D.
Le altre somme trasferite dallo stato, ovvero i trasferimenti compensativi della prima rata Imu (art. 3 del dl 102/2013), quelli diretti a ristorare i comuni per i maggiori tagli subiti in relazione agli immobili posseduti nel proprio territorio (art. 10-quater del dl 35/2013) ed alle riduzioni concesse agli enti terremotati (art. 2 del dl 120/2013), vanno, invece, contabilizzate al titolo II delle entrate (categoria I, codice Siope 2102 «Altri trasferimenti correnti dallo stato»). Ovviamente, la previsione Imu va decurtata del primo importo, mentre il secondo ed il terzo vanno esclusi dal saldo di Patto.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio