PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

LE NOVITA' SUGLI IMMOBILI LOCATI DALLA PP.AA.

Stato, regioni, enti locali e organi costituzionali (fra cui i due rami del Parlamento) potranno recedere, entro il 31 dicembre 2014, dai contratti di locazione di immobili. È la novità, approvata grazie a un emendamento del M5s contenuta nel decreto 120/2013 (la «manovrina», con misure per riportare il deficit finanziario previsto per il 2013 entro la soglia del 3% e sull'immigrazione), varato ieri dall'Aula di Montecitorio, che passa all'esame dei senatori; si recuperano 1,6 miliardi con tagli ai ministeri e ai trasferimenti agli enti locali (1,1), e dalla vendita di edifici del demanio e statali a Cassa depositi e prestiti si ricavano 525 milioni.
Oltre allo stop agli accordi stipulati per affittare beni immobiliari, che obbligherà le amministrazioni a disdire con un preavviso di 30 giorni, il testo sancisce che entro la fine di questo mese la Ragioneria generale dello stato dovrà certificare alle regioni e alle associazioni di comuni, come l'Anci, l'avvenuto pagamento dei debiti delle p.a. alle imprese, erogati entro il 30 settembre 2013; nelle casse comunali, poi, arriveranno 120 milioni per garantire il ritorno delle quote Imu in seguito alla cancellazione della seconda rata dell'imposta, fondi che, è stato precisato, non incideranno sui calcoli del Patto di stabilità interno, mentre sarà consentito ai sindaci di utilizzare i proventi della vendita dei derivati per la riduzione dei debiti.
Buone notizie per le regioni in disavanzo sanitario, il cui piano di rientro proceda in maniera «virtuosa», giacché sono autorizzate a destinare l'extragettito da maggiorazioni Irpef e Irap ai servizi pubblici essenziali, nonché per liquidare le fatture alle aziende; quanto alle assegnazioni del Viminale agli enti locali, non saranno più devolute (come recuperi e detrazioni di risorse derivanti da rateizzazioni) somme al di sotto dei 12 euro.
Per gestire l'emergenza degli sbarchi di stranieri sulle nostre coste arrivano 210 milioni, e i comuni «non virtuosi» oggetto di ondate migratorie, in primis l'isola di Lampedusa, saranno esonerati dal rispetto dei vincoli del Patto di Stabilità; sull'utilizzo di tale dotazione finanziaria, però, il ministero dell'interno dovrà presentare alle camere una relazione non oltre il prossimo 31 aprile.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio