PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PATTO 2014: CAMBIANO LE BASI DI CALCOLO E ANCHE IL CALENDARIO.

Cambia, innanzitutto, la base di calcolo della spesa corrente media che i Comuni con più di mille abitanti e le Province dovranno aggiornare al triennio 2009/2011. Le nuove percentuali per i Comuni saranno 15,07% per gli anni 2014-2015 e 15,62% per il biennio successivo, mentre, per le Province, le percentuali saranno pari al 20,25% per gli anni 2014-2015 e al 21,05% per il biennio successivo. Con un decreto dell'Economia e delle Finanze, poi, da emanarsi entro il 31 gennaio 2014, verrà inserita una clausola di salvaguardia per evitare che il nuovo calcolo della manovra produca effetti peggiorativi superiori al 15% rispetto alla normativa precedente.
Un altro punto saliente della riforma riguarda l'esclusione dal saldo utile ai fini del patto di stabilità di 850 milioni per i Comuni e 150 milioni per le Province destinato al pagamento degli investimenti da effettuare entro giugno 2014 e ulteriori 500 milioni per pagamenti di debiti in conto capitale al 31 dicembre 2012. Per beneficiare dell'esclusione gli enti dovranno richiedere gli spazi finanziari via web entro il 14 febbraio 2014; in caso di mancato utilizzo degli spazi finanziari così concessi dal Mef saranno sanzionati anche i revisori inadempienti.
Ancora, vengono meno gli effetti negativi derivanti dalle gestioni associate per i Comuni capofila e per i Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti, il testo definitivo della legge di stabilità prevede la destinazione di una quota pari al 50% del bonus del patto regionale verticale incentivato, fino all'azzeramento dell'obiettivo. Cancellati i premi per gli enti virtuosi che saranno invece destinati alla sperimentazione dell'armonizzazione contabile.
Novità anche sul fronte delle scadenze: vengono anticipati tutti i termini dei Patti di solidarietà; ai fini del Patto regionale verticale, viene anticipato al 1° marzo 2014 il termine per richiedere spazi finanziari alla Regione; infine, il Patto orizzontale nazionale anticipa al 15 giugno il termine per le richieste di spazi finanziari dei Comuni.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio