PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

MINI-IMU: PENULTIMO GIORNO PER PASSARE ALLA CASSA.

A poche ore dalla scadenza per pagare la mini Imu la casistica, tutt'altro che semplice, sembra ormai completa. Ma le proteste e le richieste di far slittare il termine di domani, 24 gennaio, si infittiscono, a testimonianza di un'oggettiva difficoltà di oltre 9 milioni di contribuenti nell'adempiere a un compito ancor più fastidioso che oneroso.
Ricordiamo che l'abitazione principale ha ottenuto l'esenzione dall'Imu dopo una lunga battaglia parlamentare all'interno del Governo e la stessa sorte hanno avuto le categorie cosiddette "assimilate", cioè (sempre limitatamente a un solo immobile) quelle assegnate a separati o divorziati, quelle di cooperative a proprietà indivisa, gli immobili degli ex Iacp, la casa appartenente al personale in servizio effettivo di forze dell'ordine e militari, quelle in comodato a figli e genitori che vi risiedano, quelle di anziani e disabili che risiedono in istituti di ricovero, le abitazioni dei residenti all'estero iscritti all'Aire.
Una categoria speciale di immobili chiamati all'appello del 24 gennaio è quella che comprende i terreni agricoli, coltivati direttamente, in possesso di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (Iap). In alcuni casi, dati i cambiamenti avvenuti nel corso del 2013, la differenza va calcolata sull'intero anno, in altri solo sul secondo semestre (si vedano le schede riassuntive qui a fianco).
Il meccanismo di calcolo consiste nel verificare che il Comune abbia determinato un'aliquota per l'abitazione principale superiore a quella "teorica" al 4 per mille (0,76% per i terreni), fare i conti separati con le due aliquote, applicando in ambedue i casi tutte le detrazioni, e calcolare poi la differenza tra i due importi risultanti dai conteggi. Il risultato finale, considerato al 40%, è la mini Imu da versare domani.
Le reazioni alla scadenza di domani, comunque, sono preoccupate. «La sfortuna di questi contribuenti - sottolinea Corrado Sforza Fogliani, presidente di Confedilizia - è quella di essere residenti in Comuni i cui Sindaci hanno pensato bene di deliberare furbescamente, in molti casi poche ore prima del termine loro concesso, un aumento dell'aliquota Imu credendo di potere ricevere dallo Stato maggiori somme per i propri bilanci».
La Cgia di Mestre ricorda che saranno chiamati a versare l'imposta oltre 9 milioni di proprietari di prima casa. La provincia dove, in termini percentuali, ci sono più contribuenti chiamati a pagare la mini-Imu è Reggio Emilia, con 185.095 proprietari, il 98,3% del totale di chi possiede un'abitazione principale. E al terzo posto Roma (87,6%), nella cui provincia c'è però il record in termini di numero dei contribuenti chiamati alla mini Imu: 1.322.286. Mentre non ci sarà nessun conguaglio nei Comuni delle province di Aosta, Bolzano, Trieste e Ogliastra: i municipi qui hanno lasciato l'aliquota base del 4 per mille. «Nella maggior parte dei casi - segnala il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi - gli importi per singolo contribuente saranno relativamente contenuti; tuttavia il caos che è esploso in queste ultime settimane ha disorientato i cittadini».
Per il presidente di Arpe-Federproprietà, Massimo Anderson, che chiede il rinvio della scadenza di domani «La situazione è semplicemente scandalosa. E il problema riguarda sia la mini Imu che la Tares: sono milioni gli italiani ai quali i bollettini ancora non sono pervenuti».
Allarme anche dai Caf: Unimpresa, cui aderiscono 900 Centri di assistenza fiscale distribuiti in 60 province in tutta Italia, segnala che «In queste ore stanno aumentando le file dei cittadini, costringendo i Caf a svolgere il servizio di assistenza anche oltre i normali orari di apertura degli sportelli». La confusione, spiega il presidente Paolo Longobardi, è legata anche alla scadenza dei versamenti della Tares: «Questo doppio pasticcio fiscale è la prova che il Governo di Enrico Letta non ha mantenuto le promesse».
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<agosto 2018>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio