PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

MINI-IMU E TARES: ULTIMO GIORNO.

Occhio agli errori nel versamento della mini Imu e della maggiorazione Tares, in scadenza oggi (quella che Confedilizia ha definito «giornata della vergogna»). Riguardo alla mini Imu, i contribuenti non possono contare su alcuna sanatoria automatica, come accade invece per l'insufficiente pagamento del saldo dello scorso dicembre 2013. Il primo problema (si vedano le schede qui a fianco) è comunque l'individuazione dell'aliquota da applicare per effettuare i conteggi. Per i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e soggetti Iap l'aliquota base è il 7,6 per mille che va confrontata con quella adottata dal comune. Per le abitazioni principali assimilate per legge o per regolamento l'aliquota base è il 4 per mille che va confrontata con quella deliberata per il 2013 ovvero con quella del 2012 confermata implicitamente dal comune, se non ha adottato una aliquota diversa. Vi sono poi dei casi particolari. L'aliquota base per i fabbricati degli Iacp è il 7,6 per mille. Lo stesso vale per le case assegnate in sede di separazione o divorzio che siano prive dei requisiti dell'abitazione principale. Per queste ultime, il conguaglio riguarda quindi l'aliquota del 7,6 per mille applicata per il solo secondo semestre.
Un altro elemento da verificare riguarda per il periodo di possesso oggetto del mini conguaglio: si tratta dell'intero anno 2013, con alcune eccezioni. Queste riguardano gli immobili dei soggetti appartenenti alle Forze armate e polizia, che conguagliano solo il secondo semestre 2013. Lo stesso dicasi per gli immobili in comodato gratuito ai figli assimilati con delibera comunale. Un altro tema caldo riguarda gli importi minimi dei versamenti. In primo luogo, occorre guardare ai regolamenti comunali, che prevalgono sulla soglia dei 12 euro fissata dalla legge. In caso contrario, è indubbio che il limite è di 12 euro e riguarda il totale della somma da versare entro oggi riferibile unicamente alla mini Imu. Non entrano in gioco pertanto eventuali residui di conguagli di dicembre non pagati. Quanto alle sanzioni e alle possibilità di rimediare per chi, nonostante tutto, ha sbagliato, la mini Imu segue le regole abituali dei tributi locali.
Con riferimento alla Tares, le regole da ricordare sono abbastanza semplici. Il compito del contribuente è facilitato peraltro dall'invio dei bollettini pre compilati da parte del comune, che potrebbero tuttavia essere errati a svantaggio del contribuente. L'importo di 30 centesimi al metro quadrato si calcola sulla intera superficie soggetta a tassa rifiuti. La somma da versare tuttavia deve essere rapportata al periodo di occupazione realizzato nel 2013. Inoltre, se il comune ha deliberato riduzioni o esenzioni dalla tassa queste si applicano anche alla maggiorazione.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<giugno 2018>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio