PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PREAVVISO DI FERMO IMPUGNABILE IN COMMISSIONE TRIBUTARIA

Può essere impugnato davanti al giudice tributario il preavviso di fermo amministrativo dell'auto. A sciogliere tutti i dubbi sulla possibilità di fare ricorso e sull'identità del giudice cui proporlo sono le sezioni unite della Corte di cassazione con la sentenza n. 11087 del 7 maggio. La Corte ha stabilito che non va tenuto in alcun conto il mancato inserimento del preavviso nell'elenco degli atti impugnabili contenuto nell'articolo 19 del decreto legislativo n. 546 del 1992. La lista, infatti, sottolineano le sezioni unite, va interpretata in maniera estensiva, sia tenendo presente le norme costituzionali di tutela del contribuente e di buon andamento della pubblica amministrazione, sia dell'allargamento della giurisdizione tributaria effettuato con la legge 448/2001.
La tesi di Equitalia era invece quella della non impugnabilità di un atto considerato semplicemente preparatorio, che il contribuente non avrebbe avuto alcun interesse a impugnare. In realtà, osservano le sezioni unite, l'atto impugnato contiene, oltre all'invito al pagamento da effettuare entro 20 giorni dalla notifica, la comunicazione che, trascorso inutilmente il termine per pagare, si provvederà all'iscrizione del «fermo presso il Pubblico registro automobilistico senza ulteriore comunicazione». Quindi, nella lettura delle sezioni unite, l'atto impugnato vale come ultima ed estrema comunicazione dell'iscrizione del fermo entro i successivi 20 giorni. Di qui deriva l'interesse a impugnare.
A seguire la tesi opposta, peraltro, scrivono ancora i giudici, il contribuente dovrebbe attendere il decorso dei 20 giorni per impugnare direttamente l'iscrizione del fermo direttamente in sede di esecuzione «con aggravio di spese e perdita di tempo assolutamente priva di senso». È vero che in un passato, anche recente, pronunciamenti della stessa Cassazione sono andati in direzione opposta, negando, sulla base di una carenza di interesse che il preavviso di fermo possa essere impugnato, ma si tratta di orientamenti che le sezioni unite non condividono, mettendo invece un punto definitivo in direzione opposta.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<giugno 2018>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio