PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PROROGARE I BILANCI E' SINTOMO DI DIFFICOLTA'

Grosse difficoltà in molti comuni per predisporre il bilancio 2010 tanto che il Ministero dell'interno è stato costretto a emanare il 29 aprile scorso l'ulteriore decreto di proroga che sposta la data limite per l'approvazione del documento da parte del consiglio comunale al 30 giugno 2010. Le cause di queste difficoltà vanno ricercate sicuramente sul fatto che la ristrettezza delle entrate non permettono in taluni casi di far fronte a tutte le spese molto spesso rientranti in quella soglia di rigidità data dai costi del personale, dalle rate di mutuo e dai servizi necessari.
Intanto la sezione delle Autonomie della Corte dei conti nell'adunanza del 31/03/2010, con deliberazione n. 9/AUT/2010/INPR, depositata il 16/4/2010, ha approvato le linee guida a cui devono attenersi, ai sensi dell'art. 1, commi 166 e 167, della legge 23/12/2005, n. 266, gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali nella predisposizione della relazione sul bilancio di previsione 2010, allegando tre questionari distinti per tipologia di ente: questionario per le province; questionario per i comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti; questionario per i comuni con popolazione superiore ai 5 mila abitanti.
La rilevazione nei questionari è stata ulteriormente ampliata rispetto a quelle precedenti ed include la sezione relativa alla contrattazione integrativa tesa a verificare, attraverso le informazioni fornite, il rispetto dei vincoli finanziari in ordine alla consistenza dei fondi per la contrattazione integrativa, la loro evoluzione e destinazione. Viene richiesto un impegno profondo ai revisori dei comuni con popolazione superiore ai 5 mila abitanti, se pensiamo che il questionario prevede 24 risposte a domande preliminari, la compilazione di 35 prospetti nella seconda parte e l'indicazione di oltre 240 importi rilevabili da dati contabili ed extra contabili.
Anche il Ministero dell'economia e delle finanze, Dipartimento della Ragioneria generale dello stato, ha emanato una circolare, la n. 15 del 30/03/2010, sulle nuove regole del patto di stabilità per l'anno 2010. Alla circolare sono allegati i modelli esplicativi per la determinazione del saldo obiettivo per gli anni 2010 e 2011 in termini di competenza mista. Nessuna certificazione è richiesta, invece, per il minor gettito Ici anno 2009. A chiarirlo è stato il Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell'interno. Il trasferimento statale verrà liquidato sulla base delle certificazioni previste per l'anno 2008.
Abrogato, infine, l'art. 91 del Tuir nella parte in cui prevede concorsi interamente riservati al personale dipendente.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio