PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NUOVA CONTRATTAZIONE E RELAZIONI SINDACALI

Con il nuovo dlgs 150/2009 la riforma della contrattazione assume un rilievo particolare.
Vengono riviste le competenze della fonte contrattuale a favore di quella legislativa.
Si ritorna infatti alla disciplina pubblicistica del rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione.
Il dlgs 150/2009 prevede che la contrattazione collettiva nazionale ptrà riguardare esclusivamente i diritti e gli obblighi relativi al rapporto di lavoro e le relazioni sindacali.
La contrattazione si concentra quindi su come viene condotto il rapporto di lavoro, una volta instaurato.
Non sono ammesse previsioni riguardanti l'accesso agli impieghi, in coerenza con la soppressione dell'istituto delle progressioni verticali.
Sono sottratte alla contrattzione collettiva nazionale l'organizzazione degli uffici, delle materie oggetto di partecipazione sindacale, di quelle afferenti alle prerogative dirigenziali, del conferimento e revoca degli incarichi dirigenziali.
Per quanto concerne l'organizzazione degli uffici viene quindi eliminata la possibilità di contrattare le modalita con le quali ciascuna amministrazione si organizza al proprio interno.
Di grande impatto è l'esclusione dalla contrattazione collettiva delle materie regolate dall'art. 2, comma 2, lettera c), della Legge 421/1992.
Da questa delega scaturì nel 1993 la prima riforma dell'amministrazione.

SCADENZIARIO

<settembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio