PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

DICHIARAZIONI E RAVVEDIMENTO ICI CON SCADENZA 5 OTTOBRE

Il differimento ad oggi, 5 ottobre, della scadenza relativa all'invio di Unico 2010 è stato automaticamente esteso anche alla presentazione della dichiarazione ICI 2010 e al ravvedimento delle violazioni commesse nel 2009.

Tutti i contribuenti alle prese con gli adempimenti relativi all'Ici hanno avuto più tempo per definire la loro situazione rispetto a due situazioni particolarmente spinose, ovvero quella relativa ai fabbricati rurali e quella dei terreni condotti da società o pensionati.
Per quanto concerne la prima, la Corte di Cassazione ha più volte affermato che i fabbricati sono considerati rurali e quindi non sono soggetti ad Ici solo se, in caso di iscrizione in catasto, la categoria attribuita è A/6 o D/10 (si vedano, fra tutte, sent. n. 18885/2009 SS.UU., sent. 17055/2010 Sez. tributaria). Il problema riguarda soprattutto gli immobili strumentali, poiché i fabbricati ad uso abitativo, essendo nella maggiorparte dei casi l'abitazione principale del contribuente, dal 2008 sono esenti da Ici.
Circa la seconda problematica, la Suprema Corte ha chiarito che le due agevolazioni relative ai fondi coltivati (art. 9, D.Lgs. n. 504/1992 e art. 58, comma 2, D.Lgs. n. 446/1997) spettano solo se chi conduce il terreno è una persona fisica iscritta nelle liste previdenziali. Pertanto, sono esclusi dal beneficio le società (sentenza n. 5931/2010) e i pensionati ancorché conduttori del fondo (sentenza n. 15516/2010).
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio