PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

ULTIME NOVITA' SULLA LEGGE DI STABILITA'

Solo grandi temi e condivisi con i gruppi parlamentari. Lo schema di gioco dettato dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, per giocare d'anticipo con il dl sviluppo e inserirlo nella legge di stabilità, è ormai definito: individuazione nelle prossime ore delle risorse disponibili e successiva messa a punto delle misure concordata nelle stanze della Camera.
Mercoledì mattina, infatti, si scopriranno le carte con la ripresa dell'esame in commissione Bilancio di Montecitorio della legge di stabilità. In quella sede i gruppi parlamentari si confronteranno con il governo e potranno definire le modifiche da presentare. Il tutto tenendo conto dei vincoli imposti dalla legge di stabilità e dai commissari, pronti a stoppare ogni forma di intervento microsettoriale.
Così tra i grandi temi che potranno essere imbarcati nella legge di stabilità, a staccare il biglietto potrebbe essere anche l'allentamento del patto di stabilità interno degli enti locali. L'obiettivo sarebbe quello di poter garantire maggiore responsabilità e autonomia finanziaria ai comuni, dopo il varo del dlgs sul federalismo municipale. L'ipotesi è quella di una rimodulazione della manovra, visto che sul 2011 si sommano gli effetti della manovra del 2008 (2,8 milioni di miglioramento del saldo) e di quella del 2010 (1,5 miliardi di tagli).
Un tema ora rilanciato dalla Lega, silente sul ddl fino al cambio di marcia chiesto e ottenuto dal ministro Tremonti, ma che trova sponde anche all'interno del Pdl. All'avvio dell'esame in commissione Bilancio, a chiedere un allentamento del patto era stata a gran voce Maria Teresa Armosino.
Oltre al rifinanziamento della defiscalizzazione dei salari di produttività, si procederà certamente a una nuova copertura degli ammortizzatori sociali. Entro domani si completerà la ricognizione delle risorse fino ad oggi rimaste inutilizzate per poi quantificare la dote da assicurare al finanziamento della proroga della cassa integrazione in deroga.
Già quantificate, invece, le somme da destinare all'Università: un miliardo da destinare al rifinanziamento, per almeno 700mila euro, del fondo di finanziamento ordinario degli atenei. Le restanti risorse dovrebbero consentire il finanziamento, con almeno 50 milioni aggiuntivi, delle borse di studio per gli studenti fuori sede, nonché portare fondi freschi per la riforma dell'università ferma al palo nell'aula di Montecitorio.
Tra gli altri grandi temi che potranno trasformarsi in emendamenti parlamentari o del relatore - ovviamente con il benestare del governo - sarebbero allo studio il rifinanziamento delle missioni internazionali di pace, così come quello del 5 per mille dell'Irpef da destinare, anche nel 2011, al mondo del no profit, del volontariato, della ricerca e alle associazioni dei comuni e sportive dilettantistiche. C'è poi il pacchetto autotrasporto che come ogni anno richiede la proroga di misure specifiche di sostegno. Studio di fattibilità ancora in corso, inoltre anche per la proroga per il 2011, del bonus del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici. Fattibilità legata alla disponibilità delle risorse che saranno recuperate e che dovranno coprire, al centesimo di euro, le misure destinate a entrare nella legge di stabilità.
Oltre alla vendita di frequenze del dividendo digitale, cui verrebbe affidata gran parte degli oneri da coprire, e a una nuova stretta sul gioco illegale si starebbero studiando anche nuove misure di contenimento della spesa. Tra queste è attesa anche una norma che incentivi la mobilità del personale nella Pa, nonché l'esternalizzazione di una parte del servizio di auto blu. Sulla base del monitoraggio effettuato nei mesi scorsi sono state calcolate 86mila auto per diversi tipi di servizio, per un costo complessivo di circa 3 miliardi annui. Ma il dettaglio delle coperture da definire si raggiungerà soltanto nelle prossime ore.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio