PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

MOBILITA' A REGIME DIVERSIFICATO

In prossimità dell'applicazione del turnover al 20%, dubbi sussistono in merito alle procedure di mobilità.
Dal 2011 tutti gli Enti Locali avranno una limitazione sulle assunzioni, con un vincolo del 20% sul turn over.
L'art. 1, co. 47, L. n. 311/2004 consente trasferimenti per mobilità per gli Enti Locali purchè abbiano rispettato il patto l'anno precedente. Nel 2010 gli enti soggetti al patto non hanno alcun problema poiché il Legislatore ha previsto solo un limite sul contenimento della spesa. Gli enti non soggetti al patto hanno un vincolo sulle assunzioni fino al 31 dicembre 2010 ed applicando ad essi l'art. 2, comma 47 citato, un passaggio da un ente ad un altro non comporterebbe né assunzioni, né cessazione. Il dipendente che transita da un ente fuori patto ad uno soggetto a patto comporterebbe una cessazione. L'assunzione per mobilità di un dipendente da un ente soggetto a patto sarebbe invece nuova assunzione.
I trasferimenti tra enti che seguono la stessa normativa sono neutri. In base alla nota n. 46078/2010 della Funzione Pubblica, la mobilità non verrà considerata né nella base di calcolo del 20% della spesa dei cessati, né nel costo degli assunti. In altri termini la mobilità diventa neutrale non facendo aumentare le spese di personale nel comparto Enti Locali ed avendo la sola finalità di una migliore distribuzione delle risorse tra amministrazioni.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio