PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

CUP: L'AUTHORITY CONSIGLIA DI PAGARE SUBITO LE VECCHIE FATTURE.

L'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici invita le amministrazioni pubbliche a pagare subito tutte le fatture dei vecchi contratti, senza aspettare di adeguarli alla legge sulla tracciabilità. Con la determinazione n. 8/2010 varata ieri, l'Authority guidata da Giuseppe Brienza scende in campo a favore dei fornitori della Pa e toglie ogni appiglio di incertezza alle amministrazioni sui pagamenti dei contratti già in essere.
Spiega, infatti, l'Autorità che il termine di 180 giorni indicato dal decreto legge correttivo serve solo per adeguare i vecchi contratti. «Ma - precisa la determinazione - le stazioni appaltanti possono legittimamente effettuare, in favore degli appaltatori, tutti i pagamenti richiesti in esecuzione dei contratti, sottoscritti anteriormente al 7 settembre 2010, anche se sprovvisti della clausola relativa alla tracciabilità». E per facilitare la riscrittura degli accordi, la delibera contiene anche alcuni esempi di clausole da inserire. Brienza conferma, poi, il perimetro ampio di applicazione della tracciabilità a tutta la filiera delle imprese compresi, per i lavori pubblici, le forniture di inerti e i noli a caldo e a freddo.
Il provvedimento indica poi quali strumenti sono ammessi per i pagamenti: valida la ricevuta bancaria (Ri.ba.), non l'addebito con il Rid perché i sistemi bancari non sono ancora in grado di gestire i codici. Solo per gli stipendi sono ammessi anche gli assegni non trasferibili che devono prelevare da un conto corrente dedicato.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<aprile 2019>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio