PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

VERIFICA DELLE PARTECIPATE ENTRO IL 31/12/2010

Entro la fine dell'anno le amministrazioni locali devono effettuare la verifica della coerenza delle partecipazioni societarie detenute con le loro finalità istituzionali.
L'articolo 3, comma 27 della legge 244/2007 ha posto questa condizione come presupposto per la costituzione di società e per il mantenimento del ruolo di socio in srl o spa già esistente.
La disposizione contiene due specificazioni soggettive, relative alla proiezione della verifica sulle sole partecipazioni dirette (escludendo quindi le partecipate di terzo livello) e alla irrilevanza del dimensionamento delle quote o azioni possedute (assoggettando all'analisi anche le società miste con capitale pubblico minoritario).
Il parametro generale è individuato nell'utilità sostanziale dell'organismo societario nel quadro delle attività degli enti in chiave funzionale allo svolgimento delle competenze consolidate.
L'analisi della situazione delle partecipate include anche le società che gestiscono servizi strumentali, per le quali la linea di coerenza è desumibile nella soddisfazione di esigenze funzionali al buon andamento dell'amministrazione che fruisce di tali attività. La normativa consente comunque sempre la costituzione di società che producono servizi di interesse generale (ai quali sono riconducibili tutti i servizi pubblici locali, con o senza rilevanza economica) o che svolgano attività di centrali di committenza a livello regionale.
Nell'istruttoria potrebbero essere rilevate alcune criticità correlate. La più comune è configurabile nella gestione, da parte di società che hanno come missione principale la produzione di servizi pubblici per la comunità locale, di attività strumentali a favore della sola amministrazione affidante (ad esempio manutenzioni, service informatico, pulizie): in tal caso la cessione di tali attività doveva essere concretizzata entro il 4 gennaio di quest'anno, quindi un'eventuale prolungamento dei contratti esistenti deve comunque concludersi in quest'ultima fase delle operazioni di riassetto del sistema allargato.
La verifica di coerenza delle partecipazioni deve infatti essere realizzata il 31 dicembre 2010, data di scadenza per il completamento dell'analisi obbligatoria dei propri asset.
La motivazione del mantenimento della partecipazione costituisce esplicitazione di tutte le condizioni che hanno determinato la costituzione della società o l'entrata nel capitale sociale.
In relazione alle partecipate operanti nei vari ambiti dei servizi pubblici locali, gli enti locali sono chiamati a ricostruire il quadro storico (assunzione della titolarità del servizio, sua qualificazione) ed a contestualizzare la scelta del modulo gestionale comportante la relazione con ciascuna società.
Qualora la costituzione dell'organismo o l'adesione allo stesso sia stata determinata da specifiche disposizioni di legge (es. consorzi obbligatori, gestioni necessitate, ecc.), la deliberazione ne dovrà evidenziare i profili vincolanti per l'amministrazione.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<aprile 2019>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio