PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

TIA: DOPO TANTI DUBBI, FORSE VERRA' ELIMINATA!

Neanche il tempo di incassare il sì dei governatori sul fisco regionale e per Roberto Calderoli è già ora di rituffarsi su quello municipale. Che potrebbe riservare più di una sorpresa ai sindaci, come l'eliminazione della mai troppo gettonata Tia a vantaggio di una Tarsu rinnovata. Nessuno slittamento in vista invece per la cedolare secca sugli affitti che, assicura il ministro della Semplificazione, si applicherà a «partire dall'anno fiscale 2011».
«Un treno in corsa» che sta «diventando una realtà»: così l'esponente del Carroccio ha definito in una nota il federalismo fiscale dopo il doppio colpo messo a segno tra giovedì (l'intesa con le regioni) e ieri (l'approvazione in via preliminare del dlgs sull'armonizzazione dei bilanci pubblici). Calderoli conferma i termini dell'accordo siglato con i governatori.
Che prevede – come evidenziato ieri da questo giornale –, per il 2011, «la copertura e la spendibilità dei trasferimenti per il trasporto pubblico locale» e, per il 2012, la possibilità di «rivedere i tagli della manovra estiva» e di «fiscalizzare il trasporto su ferro», nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica assunti in sede europea. Una precisazione voluta dal ministero dell'Economia che avrebbe anche spinto affinché lo stesso Calderoli chiarisse già giovedì sera che l'intesa raggiunta con le regioni non significava una riduzione automatica dei tagli imposti dal dl 78.
A ogni modo, dopo l'ok dell'unificata il decreto su fisco regionale e costi standard è pronto per essere inviato in parlamento. Dove già si trova il testo che assegna ai sindaci il gettito dei tributi immobiliari e introduce la cedolare secca del 20% sui redditi da locazione. Nonostante i numerosi approfondimenti ancora da fare, che tengano conto delle osservazioni emerse nel corso delle audizioni e delle proposte alternative avanzate in commissione dall'opposizione, Calderoli ha confermato che conta di ottenere il parere sul dlgs entro il 20 gennaio.
Le modifiche non mancheranno. Nell'ottica, ha ribadito il titolare della Semplificazione, di dare «maggiore autonomia ai sindaci». Dall'imposta comunale sui servizi, proposta dal Pd per accorpare Tarsu/Tia e addizionale Irpef, il governo potrebbe mutuare la voglia di superare l'alternativa tra tassa e tariffa sui rifiuti.
L'idea di Calderoli, visto che la «Tia non ha funzionato come dimostra il fatto che l'hanno scelta solo mille comuni su oltre 8mila», è di lasciare in vita solo la Tarsu, magari «ancorandola rendita e non sulla superficie come oggi». Tarsu che dopo il 2014 i primi cittadini potranno accorpare all'imposta municipale unica. Nessun dubbio invece sull'idea di far partire da subito la cedolare secca, specificando nel testo che la sua introduzione avverrà «a partire dall'anno fiscale 2011» anziché dal semplice «2011».
Più in generale, il ministro leghista ritiene che neanche il quadro politico venutosi a creare martedì con l'uscita di Fli dalla maggioranza impedirà alla Lega di portare a casa l'attuazione completa della riforma. Il fatto che in bicamerale i rapporti di forza siano 15 a 15 e che un'eventuale parità equivalga a una bocciatura del testo non lo turba più di tanto poiché, sottolinea, «con l'opposizione abbiamo sempre lavorato insieme». Tutti motivi che lo portano a quantificare in «100 giorni» il termine massimo entro il quale tutti i decreti otterranno il sì definitivo di Palazzo Chigi.
Ma tra 100 giorni ci sarà ancora un governo? Calderoli non fa pronostici ma si limita a dire che «senza la maggioranza nella prima (Affari costituzionali) e nella quinta (Bilancio) commissione della Camera non si governa» e che «il problema non si risolve con 4-5 deputati in più». A suo giudizio ci «vuole un nuovo gruppo parlamentare» (e quindi almeno 20 deputati, ndr) così da cambiare la composizione delle commissioni di nuovo a favore della maggioranza. Tutto ciò entro le festività natalizie.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<dicembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio