PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NEI PICCOLI COMUNI ASSUNZIONI CON MENO VINCOLI

La Legge di stabilità per il 2011 prevede che gli enti non soggetti ai vincoli del patto di stabilità interno non incontrano il limite alle assunzioni del 20% del costo delle cessazioni dell'anno precedente.
La Legge di stabilità per il 2011 prevede che gli enti non soggetti ai vincoli del patto di stabilità interno non incontrano il limite alle assunzioni del 20% del costo delle cessazioni dell'anno precedente. Già l'art. 76, comma 7 della Legge n. 133/2008 prevede che gli enti nei quali l'incidenza delle spese di personale è pari o superiore al 40% delle spese correnti non possono assumere personale a qualsiasi titolo e con qualsivoglia tipologia contrattuale; tutti gli altri enti possono invece procedere ad assunzioni di personale nel limite del 20% della spesa corrispondente alle cessazioni dell'anno precedente. Su questo limite del 20% si registra però una spaccatura interpretativa poiché alcune sezioni regionali di controllo della Corte dei Conti ritengono che esso riguardi anche gli enti non soggetti al patto mentre altre sostengono il contrario. A salvaguardia del patto di stabilità, il legislatore ha semplicemente modificato e non soppresso l'art. 1, comma 562 della Legge n. 296/2006, per cui il limite di spesa del 20% delle cessazioni dell'anno precedente è finalizzato esclusivamente al rispetto del patto di stabilità ed è quindi privo di qualsiasi efficacia per quegli enti che non sono sottoposti ai suoi vincoli. Poiché l'aggiunta dell'art. 1, comma 118 della Legge n. 220/2010 al comma 7 dell'art. 76 della Legge n. 133/2008 prevede che "per gli enti nei quali l'incidenza delle spese di personale è pari o inferiore al 35% delle spese correnti sono ammesse, in deroga al limite del 20% e nel rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno…, le assunzioni per turn-over che consentano l'esercizio delle funzioni fondamentali previste dall'art. 21, comma 3, lettera b) della Legge n. 42/2009", non vi è alcuna incertezza e la conclusione cui si giunge è una sola: detto limite del 20% vale solo per gli enti soggetti ai vincoli del patto. Per gli enti con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti, a partire dal 1° gennaio 2011 sono previsti altri due vincoli: il rispetto del tetto della spesa di personale del 2004 e il limite all'incidenza della spesa di personale sul totale di quella corrente che non potrà superare il 40%.
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<novembre 2017>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio