PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

MILLEPROROGHE E CORRETTIVI.

Il testo definitivo del decreto legge milleproroghe si presenta nella sua nuova veste fatta di 4 articoli e una tabella in cui sono raccolte le oltre 65 proroghe di termini di legge in scadenza. Ma si tratta di un differimento di termini a tappe: l'articolo 1 del decreto, infatti, differisce al 31 marzo 2011 tutti i termini ed i regimi giuridici in scadenza entro il 15 marzo prossimo, riservando al Governo la possibilità di prorogarli ulteriormente, fino al 31 dicembre 2011, con lo strumento del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
Per ora, il provvedimento d'urgenza lascia fuori più di un intervento atteso; non è escluso, tuttavia, anche se in alcuni casi risulta difficilmente praticabile, che la proroga possa comunque arrivare con un correttivo al nuovo decreto. Restano fuori, in particolare, la proroga sull'aggiornamento delle graduatorie dei precari della scuola, il rifinanziamento per 150 milioni di euro del fondo unico dello spettacolo (Fus), il differimento degli sfratti chiesto da sindaci, associazioni di categoria e dall'unione degli inquilini, l'aumento del contributo integrativo sulle parcelle dei professionisti.
Da oggi, al Senato, parte il cammino parlamentare del provvedimento verso la conversione.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<novembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio