PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

PP.AA.: VERSAMENTI E ISTANZE ONLINE.

Pagamenti alla P.a. con carte di credito e prepagate nelle modalità da stabilire entro sei mesi con decreto e comunicazioni tra imprese e amministrazioni solo utilizzando tecnologie Ict. Questi alcuni dei contenuti del nuovo Codice dell'amministrazione digitale - Cad (dlgs. n. 235/2010) entrato in vigore ieri.
Pubblicato sulla G.U. del 10 gennaio 2011, n. 6 il nuovo Cad rinnova il quadro normativo in materia di amministrazione digitale definito nel 2005 con il dlgs. n. 82, aggiornando le regole di riferimento rispetto a un mutato panorama tecnologico. Nel corso della conferenza stampa, tenutasi ieri a Palazzo Chigi, il ministro per la P.a e l'innovazione, Renato Brunetta ha illustrato nel i principali cambiamenti introdotti.
Tra questi, il dlgs. n. 235/2010 stabilisce che, entro i prossimi tre mesi, le P.a. utilizzeranno la Pec o altre soluzioni tecnologiche equivalenti per tutte le comunicazioni che richiedono una ricevuta di ritorno ai soggetti che preventivamente hanno dichiarato il proprio indirizzo elettronico. Entro sei mesi, invece, i bandi di concorso dovranno essere pubblicati dalle P.a. centrali sui propri siti.
Queste sono tenute, inoltre, entro i prossimi quattro mesi, ad individuare un unico ufficio responsabile dell'attività di Ict. Il nuovo Cad prevede altresì che entro il prossimo anno, saranno emanate regole tecniche che consentiranno di dare piena validità alle copie cartacee e, soprattutto, a quelle digitali dei documenti informatici. In modo particolare, le P.a. non potranno richiedere l'uso di moduli e formulari che non siano stati pubblicati sui propri siti istituzionali. Il cittadino fornirà poi una sola volta i propri dati alla P.a. sarà onere delle amministrazioni (in possesso dei dati) assicurare, tramite convenzioni, l'accessibilità delle informazioni alle altre P.a. richiedenti. Nuove disposizioni anche sul disaster recovery.
Entro i prossimi 15 mesi, infatti, le P.a. predisporranno appositi piani di emergenza idonei ad assicurare, in caso di eventi disastrosi, la continuità delle operazioni indispensabili. «Questa della pubblica amministrazione è una riforma in atto e lo dico alla mia amica Marcegaglia che chiedeva conto delle riforme», ha dichiarato, nel corso della presentazione del nuovo Cad, il ministro Brunetta, replicando alle dichiarazioni del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. «Ho mandato una lettera a Marcegaglia», ha spiegato Brunetta, «e le ho spiegato che sulla riforma della P.a., al pari della riforma della scuola, della giustizia civile, dell'università e dei lavori pubblici, il governo ha lavorato tantissimo e lo dimostra il fatto che nei primi due anni e mezzo di legislatura la riforma della P.a. è stata realizzata, così come la riforma della semplificazione normativa».
FONTE: ITALIA OGGI

SCADENZIARIO

<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio