PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

NOVITA' TIA - TARSU

L'Iva pagata dai contribuenti sulla tariffa rifiuti potrà essere recuperata assimilandola ad un credito erariali. I ministeri dell'Interno e dell'Economia stanno lavorando su questa ipotesi e dovrebbe essere proposta nel decreto sulla finanza locale in discussione nel prossimo consiglio dei ministri di gennaio.
Inizialmente dovrebbe riguardare solo il 2008 e coinvolgere quindi 150-200 milioni di euro, mentre secondo le stime dei sindaci l'intera partita degli arretrati vale circa un miliardo di euro.
Servirà inoltre un provvedimento da parte del ministero dell'Economia per chiarire il problema delle imprese che scaricavano l'Iva sui beni strumentali e sugli altri acquisti.
I primi rimborsi riguarderanno le persone fisiche.
I contribuenti dovrebbero certificare l'Iva pagata e quindi chiedere uno sconto equivalente in dichiarazione dei redditi.
Le difficoltà riguardano il fatto che il sistema dovrà funzionare sia per chi compila il modello Unico o il 730 sia per chi, essendo lavoratore dipendente senza altri redditi, dovrà ottenere il rimborso tramite il cedolino.
Con una norma ad hoc da inserire nel decreto legge cosiddetto "milleproroghe" dovrebbe essere prevista anche la proroga del passaggio da tassa a tariffa. Ciò permetterà agli enti locali ancora in regime Tarsu di mantenere la tassa ancora per un anno.

SCADENZIARIO

<giugno 2018>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio