PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

SALTA LA PROROGA PER LA RIFORMA DELLA RISCOSSIONE.

Salta per un giorno la proroga della riforma della riscossione degli enti locali, che nella versione originaria del decreto aveva ottenuto un mini-rinvio di tre mesi.
La nuova scadenza, entro la quale i comuni dovranno affidare con gara le attività di riscossione, è fissata al 31 marzo, e di conseguenza non sale sul meccanismo automatico introdotto dal maxiemendamento, che sposta al 30 aprile 2012 tutti i termini che cadono «successivamente» al 31 marzo. Il calendario della riscossione locale arriva invece proprio al 31 marzo, non scade «successivamente», per cui evita l'automatismo e viene confermato nella versione indicata dal decreto originario.
Di conseguenza, a meno di un nuovo decreto nelle prossime settimane, gli affidamenti diretti attuali hanno vita breve. Con l'entrata in vigore del nuovo regime, infatti, anche l'attività di riscossione delle entrate locali è assoggettata al principio dell'affidamento con gara.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<febbraio 2018>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627281234
567891011
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio