PROFILO AZIENDALEOPPORTUNITÀ DI LAVOROCONTATTIHOME PAGE
civica

NOVITÀ NORMATIVE

IMU E IMPIANTI PUBBLICITARI SU AREE PRIVATE.

Anche l'attuazione della seconda fase del federalismo municipale, prevista a decorrere dal 2014 e caratterizzata dalla presenza di un'imposta municipale propria e di una secondaria, potrebbe non lasciare i saldi inalterati.
Se da un lato, infatti, i comuni potrebbero beneficiare, limitatamente alla componente immobiliare presente sul proprio territorio, di una quota pari allo 0,76 per cento delle imposte dirette (Irpef e addizionali) e dell' Ici sui fabbricati non locati, dall'altro si presenta più incerta la struttura dell'imposta municipale secondaria, che dovrebbe sostituire la tassa occupazione suolo pubblico (e il relativo canone), l’imposta di pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni, nonché il canone di autorizzazione all'installazione dei mezzi pubblicitari.
Poiché infatti il presupposto del tributo è l'occupazione di beni demaniali o patrimoniali indisponibili dei comuni, dovrebbero chiarirsi, al fine di assicurare l'equivalenza di entrata, gli effetti derivanti dalla cessazione del gettito prodotto in relazione ad impianti pubblicitari su aree private.
FONTE: IL SOLE 24 ORE

SCADENZIARIO

<ottobre 2018>
lunmarmergiovensabdom
24252627282930
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
calendario formazionequaderni di approfondimentobanca dati quesitibanca dati abbonati
vai al dettaglio